fbpx
Categoria

Comunicazione

Categoria

Può essere (comunicazione) verbale e non verbale, ma una cosa è certa: “non si può non comunicare”. Lo dice lo psicologo Paul Watzlawick della Scuola di Palo Alto, e io sono assolutamente d’accordo. La comunicazione è un aspetto fondamentale, oserei dire imprescindibile, sia nelle relazioni private sia in quelle professionali. Tuttavia, non sono solo le parole ad essere importanti, anche il linguaggio del nostro corpo comunica in modo chiaro. Vediamo cosa (e come).

Lavorare in armonia è fondamentale per raggiungere gli obiettivi
prefissati per la tua azienda, tuttavia anche la comunicazione sul lavoro è un
aspetto da non sottovalutare. Per essere un leader positivo
è importante saper utilizzare tecniche di ascolto attivo per
comunicare con i tuoi dipendenti e collaboratori. Vediamo
insieme quali sono le più efficaci.

La comunicazione è un processo complesso, mai unilaterale: è il rapporto tra chi manda un messaggio e chi lo riceve. Questo rapporto è considerato più o meno efficace a seconda di come il messaggio viene recepito: varia cioè a seconda del metodo di ascolto, attivo e passivo, dell’interlocutore. Esistono delle sostanziali differenze tra queste due modalità di approcciare una conversazione ed è qui che sta l’ago della bilancia tra una comunicazione efficace e una non efficace.

Hai mai avuto a che fare con qualcuno che ha un punto fisso in testa e lo vuole imporre a tutti, senza concedere un minimo di dialogo? Oppure con qualcuno che non ha la forza di far valere le proprie opinioni e lascia passare le idee, magari meno valide, di altri? Ecco, entrambi questi esempi sono l’opposto di assertivo. La comunicazione assertiva si posiziona a metà tra la modalità aggressiva e quella passiva. Non implica arroganza o imposizione delle proprie, idee come la comunicazione aggressiva, ma allo stesso tempo non prevede il lasciar decadere le proprie opinioni – atteggiamento tipico della comunicazione passiva. Quella assertiva è una tecnica di comunicazione che coinvolge gli interlocutori per raggiungere con loro un punto comune, ed è sapendola usare al meglio che fai di te un buon leader positivo.